logo di stampa italiano
 
Sei in: La pubblica amministrazione » I rapporti con i Comuni e gli altri Enti locali

I rapporti con i Comuni e gli altri Enti locali

Gli amministratori dei Comuni soci rappresentano per Hera uno dei principali portatori d’interesse, in quanto costituiscono la maggioranza dell’azionariato e fungono da anello di congiunzione con il territorio.
Sono presenti forme strutturate di dialogo con i Sindaci: nel 2012 a Bologna è stato incontrato una volta il Comitato Comuni Area Bolognese e si sono svolti una serie di incontri con le Associazioni Intercomunali e/o Comunità Montane. A Ferrara un ormai consolidato rapporto con i Presidenti dei Consigli delle Circoscrizioni è alla base di importanti iniziative volte a migliorare il decoro e a sviluppare la raccolta differenziata. A Imola-Faenza si è partecipato periodicamente agli incontri del CON.AMI, informando i Sindaci del proprio territorio sugli investimenti realizzati, sugli interventi in programma, sulla situazione dei servizi e alle iniziative di informazione e promozione. Si sono svolti alcuni incontri con i cittadini eletti nei “forum” di Imola e nei quartieri di Faenza in tema raccolta differenziata e sviluppo del “porta a porta”.

Hera e la Prefettura di Ferrara insieme per la legalità

È stato siglato dal Gruppo Hera e dalla Prefettura di Ferrara il protocollo d'intesa per la prevenzione delle infiltrazioni della criminalità organizzata nel settore degli appalti e concessioni di lavori pubblici, già condiviso con molti enti pubblici in qualità di stazioni appaltanti. Le organizzazioni criminali manifestano una crescente tendenza a ramificare la propria presenza anche in territori come l'Emilia-Romagna, tradizionalmente estranei al fenomeno. Al centro dell'intesa c’è l'estensione dei controlli antimafia e la garanzia di trasparenza nelle procedure di affidamento delle opere a imprese appaltatrici. Il protocollo prevede controlli più decisi per fornitori e imprese appaltatrici, con l’istituzione di specifiche banche dati.


A Modena è stato incontrato periodicamente il Panel Sindaci in cui sono presenti i Sindaci, o un loro delegato, del territorio di riferimento. A Ravenna sono stati effettuati incontri con i Comuni e con i relativi decentramenti per approfondire tematiche inerenti ai servizi gestiti sul territorio e si è partecipato a vari incontri di Commissioni Consiliari al fine di fornire informazioni e chiarimenti su questioni specifiche di particolare interesse per la collettività. Il Comitato Territoriale Soci di Rimini ha effettuato due incontri durante i quali sono stati affrontati in particolare il tema degli investimenti in impianti del servizio idrico, dei nuovi Centri di Raccolta Differenziata dei rifiuti urbani, della evoluzione organizzativa di Hera e dei nuovi scenari nell’ambito dei servizi pubblici locali. A Forlì-Cesena, oltre agli incontri con il locale Comitato Territoriale Sindaci, sono stati realizzati incontri conoscitivi con tre nuovi sindaci eletti nel 2012e si è partecipato attivamente con le altre aziende di servizi pubblici locali (Azienda USL, ATR, Romagna Acque etc..) agli incontri del Comitato Consultivo Utenti dei servizi pubblici locali del Comune di Cesena istituito nel 2011 e presieduto dal  Sindaco, avente ad oggetto: la definizione degli indicatori di efficienza, quantità e qualità dei servizi e la promozione di indagini di customer satisfaction, l’individuazione dei bisogni e delle problematiche degli utenti del servizio.
Hera pubblica una newsletter, diffusa via mail ai Sindaci dei Comuni soci, contenente notizie legate sia ai territori di pertinenza sia all’intero Gruppo. Nel 2012 sono stati pubblicati 21 numeri, circa tre numeri al mese.

Oltre 40 anni di valorizzazione della disabilità

Entrano contatori meccanici ed escono materie da avviare a recupero: ragazzi disabili imparano a smontare gli apparecchi per recuperarne gli elementi riciclabili, apprendendo l’uso in sicurezza degli utensili e preparandosi all’inserimento nel mondo del lavoro. Si tratta del laboratorio esistente a Modena per il quale a inizio 2012 è stata rinnovata la convenzione tra Azienda Usl e Hera che risaliva al 1987. Il laboratorio, interno alla sede di via Razzaboni, nel quale l’azienda mette a disposizione tutto ciò che serve ai ragazzi per lavorare, recupera ogni anno circa 1.000 kg di legno, 300 kg di ferro, 200 kg di rame, 150 kg di vetro, 100 kg di alluminio.