logo di stampa italiano
 
Sei in: I lavoratori » La formazione e lo sviluppo professionale

La formazione e lo sviluppo professionale

Il 2012 ha visto un consuntivo di circa 170.000 ore di formazione erogate, un livello superiore rispetto all’obiettivo, che era stato definito in 143.000 ore, in conseguenza di due fattori principali:

  • maggiore accesso alla formazione finanziata, realizzata in particolare in ambito qualità, sicurezza e ambiente;
  • il mantenimento del livello di formazione manageriale erogato nel 2011;
  • il coinvolgimento del 90% dei lavoratori nell'iniziativa formativa "La sicurezza non è un gioco" (circa 21.000 ore di formazione).

L’iniziativa di formazione rivolta a tutti i lavoratori relativa al Bilancio di Sostenibilità, la cui progettazione è stata avviata nel 2012 e verrà realizzata entro settembre 2013 così come da pianificazione definita a valle dell’indagine sul clima aziendale effettuata nel 2011.

Ore di formazione totali per area di intervento
ore201020112012
Commerciale e mercato10.1286.7167.854
Manageriale8.91518.72518.593
Qualità, sicurezza, ambiente, responsabilità sociale SA800048.37248.79862.175
Sistemi informativi4.87727.94512.227
Tecnico-operativa55.49553.33045.224
Valori etici e cultura d'impresa15.87119.57823.454
Totale143.658175.092169.526

I dati riguardano le società Hera S.p.A., Herambiente, Hera Comm, Hera Trading, Uniflotte, Famula on Line e Hera Luce, Acantho.

La tabella evidenzia una riduzione delle ore complessive di formazione del 3% rispetto al 2011, anno in cui si era resa necessaria un’intensa attività formativa in conseguenza dell’avvio nei servizi a rete del nuovo sistema informativo Work Force Management. La minore attività formativa in tale ambito è stata in parte compensata nel 2012 da un sensibile incremento delle ore di formazione in ambito qualità, sicurezza e ambiente. Nell’area di intervento Valori etici e cultura d’impresa sono ricompresi gli incontri annuali di Presidente e Amministratore Delegato per la presentazione del Piano Industriale e gli eventi di presentazione del Bilancio di Sostenibilità; nell’area manageriale sono comprese le iniziative formative sul modello di leadership mentre la formazione relativa alla Scuola dei Mestieri rientra nell’area tecnico-operativa.

 
Ore di formazione medie procapite
ore201020112012
Dirigenti21,835,841,0
Quadri28,738,743,4
Impiegati20,128,128,0
Operai26,226,724,3
Lavoratori a progetto e con contratti di somministrazione4,54,33,5
Media23,028,127,5

I dati riguardano le società Hera S.p.A., Herambiente, Hera Comm, Hera Trading, Uniflotte, Famula on Line e Hera Luce, Acantho.

Le ore di formazione procapite risultano pari a 27,5, in lieve flessione rispetto al 2012, e superiori rispetto all’obiettivo che era stato fissato in 23 ore di formazione procapite. Il 33% delle ore di formazione ha coinvolto personale con qualifica operai e il 55% personale con qualifica impiegati. La formazione media procapite per le donne è stata di 25,4 ore contro le 28,2 degli uomini, e in aumento del 13,5% rispetto al 2011.

 

La formazione professionale nelle principali utility italiane

Hera si colloca al primo posto tra le 8 aziende multiutility considerate in un’analisi di confronto effettuata tra le principali utility italiane per quanto riguarda le ore procapite di formazione erogate ai lavoratori.

 

La formazione professionale nelle principali utility italiane
 

Le attività di formazione e addestramento operativo sono pianificate e gestite secondo un processo che si articola nelle seguenti fasi: analisi dei fabbisogni, pianificazione delle attività e previsione dei relativi costi, erogazione delle attività, monitoraggio e valutazione delle attività realizzate.

 
Percentuale di lavoratori coinvolti in almeno un corso di formazione
%201020112012
Dirigenti94,9%99,7%100%
Quadri95,7%87,2%99,9%
Impiegati95,0%97,1%98,9%
Operai97,6%96,0%95,6%
Lavoratori a progetto e con contratti di somministrazione80,8%43,2%31,4%
Totale96,0%95,6%97,1%

I dati riguardano le società Hera S.p.A., Herambiente, Hera Comm, Hera Trading, Uniflotte, Famula on Line e Hera Luce, Acantho. L’indicatore è calcolato dividendo le persone coinvolte in almeno un evento di formazione per il numero di lavoratori presenti a fine anno.

 

Nel 2012 i lavoratori coinvolti in almeno un evento di formazione raggiungono una percentuale di coinvolgimento pari al 97% (98% per il personale femminile e 97% per quello maschile).

Valutazione della formazione
%201020112012
Grado di soddisfazione dei partecipanti (qualità percepita)83%81%84%
Grado di rispondenza degli esiti64%67%69%

I dati riguardano le società Hera S.p.A., Herambiente, Hera Comm, Hera Trading, Uniflotte, Famula on Line e Hera Luce, Acantho.

Hera utilizza un sistema di valutazione della formazione che tiene conto del grado di soddisfazione espresso dai lavoratori che partecipano ai corsi e della valutazione dei responsabili di funzione in merito all’impatto delle attività formative sullo sviluppo delle competenze dei propri collaboratori e sulla riduzione di criticità organizzative legate al ruolo dei partecipanti.
Il grado di soddisfazione è misurato sulle valutazioni fatte dai partecipanti, su una scala da 0 a 5, al termine dei corsi di formazione. Nella tabella di riferimento è indicato il voto medio ottenuto su una scala da 0 a 100.
Il grado di rispondenza degli esiti è invece il risultato delle valutazioni effettuate dai responsabili durante la fase di giudizio della formazione erogata per la propria funzione. La percentuale riportata fa riferimento alle valutazioni con voto pari a 4 oppure 5 (su una scala da 1 a 5).

Costi di formazione per area di intervento
Migliaia di euro2012
Commerciale e mercato11,1
Manageriale308,2
Qualità, sicurezza, ambiente343,1
Sistemi informativi2,4
Tecnico-operativa174,4
Valori etici e cultura d’impresa9,1
Altro291,7
Totale1.140,0

I dati riguardano le società Hera S.p.A., Herambiente, Hera Comm, Hera Trading, Uniflotte, Famula on Line e Hera Luce, Acantho.

L’investimento economico complessivo per le attività di formazione è stato pari a 1,1milioni di euro, al netto dei costi del personale in formazione e dei docenti interni e comprensivo degli importi relativi al Fondo Interprofessionale di Formazione, pari a circa 350 mila euro e utilizzati in particolare per attività formative in ambito Qualità, Sicurezza e Ambiente.

 

Le principali iniziative di formazione

Nel corso del 2012 è stata realizzata, anche grazie al contributo di 120 facilitatori interni, l’iniziativa formativa “La sicurezza non è un gioco”, finalizzata a sensibilizzare tutti i lavoratori sulla cultura della salute e della sicurezza, con una copertura quasi totale della popolazione aziendale (circa il 90%) e con un elevato gradimento complessivo da parte dei partecipanti. L’iniziativa si inserisce nell’ampio rilievo che continuano ad avere le attività di formazione relative alla sicurezza nelle pratiche quotidiane di lavoro: sono state, infatti, circa 62.000 le ore di formazione complessivamente erogate in ambito Qualità, Sicurezza e Ambiente anche a fronte del recepimento di quanto previsto dall’Accordo Stato-Regioni in materia di formazione sulla salute e sicurezza sul lavoro. Nell’ambito del progetto Work Force Management sono state completate tutte le attività formative previste, con particolare riferimento alla formazione a cascata legata all’utilizzo degli strumenti “mobile”, 4.070 le ore di formazione realizzate.

Work Force Management: l’informatica al servizio della gestione di reti e impianti

Con il Work Force Management è stato avviato nel 2011 il nuovo sistema informativo del Gruppo, progettato per migliorare tutte le attività operative, su reti e impianti gas, acqua, energia elettrica e teleriscaldamento. Nel 2012 il progetto è proseguito con:

  • l’avvio delle funzionalità “mobile”, che hanno interessato le attività di pronto intervento, prevedendo la distribuzione delle attività alle squadre operative, la consuntivazione tecnica e il feedback sull’avanzamento delle attività in campo tramite dispositivi portatili in dotazione alle squadre che saranno così connesse in real-time con i centri di coordinamento;
  • la costruzione di un ambiente integrato di reporting sulle principali informazioni tecniche, gestionali ed economiche.

Queste funzionalità sono operative in tutti i territori.

 

Tra gli altri si segnalano interventi nell’ambito della formazione manageriale quali, corsi di alta formazione in “Regolazione e Mercato nei Servizi di Pubblica Utilità” e “Sviluppo delle Competenze Manageriali”(2.592 ore) in collaborazione con l’Università di Bologna e con Alma Graduate School, la realizzazione di circa 60 interventi formativi (per circa 100 sessioni) attraverso il ricorso alla formazione finanziata, 5.866 ore di formazione in ambito primo soccorso e 4.791 ore totali in ambito antincendio.

 

HerAcademy: si consolida la Corporate University del Gruppo Hera

Nel corso del 2012 sono proseguite le iniziative di HerAcademy, la Corporate University del Gruppo nata a fine 2011 con l’obiettivo di valorizzare l’esperienza e sviluppare le competenze dei propri lavoratori, promuovendo la cooperazione e lo scambio di conoscenze. In particolare è stato realizzato il primo workshop con partecipazione di ospiti interni ed esterni, dal titolo “Quale governo e governance dei servizi di pubblica utilità” ed è stato progettato il secondo dal titolo “Utilities, livelli di governo e cittadini: quali possibilità di collaborazione per lo sviluppo delle infrastrutture?”. Inoltre è stata realizzata, presso la facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Bologna, un’iniziativa di orientamento universitario indirizzata ai figli dei dipendenti prossimi all’iscrizione universitaria e realizzata con il contributo di ospiti accademici e di alcuni Direttori del Gruppo.

 

La scuola dei mestieri e le sue evoluzioni

La Scuola dei mestieri, ormai giunta al suo ottavo anno, è un progetto finalizzato alla valorizzazione delle competenze tecniche e operative caratteristiche del Gruppo Hera. L’obiettivo è di aumentare la consapevolezza dei comportamenti professionali e la trasferibilità delle competenze da operatore a operatore.
I quaderni della Scuola dei mestieri stampati e pubblicati sono 14: nel 2012 è stato pubblicato il quattordicesimo quaderno intitolato “Gestire l’apprendimento nella sala controllo centralizzata”, mentre nel 2013 sono previsti alcuni aggiornamenti di quelli già pubblicati e la pubblicazione di un nuovo quaderno.
Sviluppare le performance organizzative e rafforzare l’appartenenza all’azienda sono tra gli obiettivi che hanno portato a sviluppare ulteriormente il modello Scuola dei mestieri, indirizzandone l’evoluzione nelle Comunità di Pratica (gruppi finalizzati alla produzione e condivisione di modalità di azione e di conoscenze pratiche). Nel 2012 è proseguito il lavoro del “cantiere” relativo alla gestione clienti, finalizzato alla revisione delle istruzioni operative e che ha riguardato tutti i territori, anche attraverso l’utilizzo del forum e dell’ambiente “Wiki”; inoltre sono state completate le attività di analisi e progettazione propedeutiche allo sviluppo di una Comunità di Pratica in ambito Personale e Organizzazione con ulteriore finalizzazione prevista nel corso del 2013.

Percorsi di sviluppo potenziale

Nel corso del 2012 sono state attivate iniziative volte a valorizzare e accrescere il potenziale delle giovani risorse presenti nel Gruppo.
Con riferimento alla seconda edizione del progetto, avviata nel 2011, tutti i partecipanti (94 risorse) hanno ricevuto il feedback personale con le risultanze dell’assessment e sono stati coinvolti in iniziative di formazione e sviluppo specifiche volte a fornire strumenti di auto sviluppo e a presentare i contenuti del Modello di Leadership del Gruppo.
Sono inoltre proseguiti i percorsi dedicati alle risorse dell’edizione 2008 e i relativi monitoraggi; sono stati avviati a dicembre 2012 i primi percorsi esperienziali interaziendali che continueranno nel corso del 2013.
Complessivamente sono state coinvolte nelle due edizioni del progetto 90 donne e 104 uomini.

Il modello di leadership

Il Modello di leadership descrive gli elementi chiave necessari per interpretare al meglio missione e valori di Hera e le competenze che il manager Hera deve possedere e sviluppare (con l’obiettivo di portare il suo contributo al raggiungimento degli obiettivi aziendali), riconducibili a quattro elementi chiave: gestione della complessità, orientamento all’eccellenza, focus sul servizio e leadership esemplare.
Dopo l’articolato piano di iniziative realizzate nel 2011 rivolte a dirigenti e quadri finalizzate alla piena diffusione dei contenuti del modello, nel corso del 2012 si è conclusa la prima tranche di seminari tematici aventi a oggetto gli elementi chiave del modello, realizzati per offrire spunti di riflessione anche attraverso testimonianze di importanti relatori esterni. A ottobre si è svolto il quarto seminario sulla leadership esemplare che ha visto la partecipazione di Andrea Pontremoli, Amministratore delegato di Dallara Automobili. Nel 2012 sono state realizzate 1.569 ore totali di formazione sul Modello di leadership.
Nel corso dell’anno è stato inoltre impostato e avviato il piano di attività 2012/2013 avente a oggetto l’elemento chiave “Gestione della complessità” che ha visto la progettazione e la realizzazione delle prime sessioni di aula volte ad approfondire le due competenze che compongono l’elemento: decisionalità e flessibilità. Con cadenza trimestrale, a partire da luglio, è stata attivata una campagna di comunicazione tramite mail dedicate all’elemento chiave oggetto di focus, volte a fornire spunti di riflessione e consigli di lettura per sviluppare una biblioteca di approfondimenti personali.
Per le nuove nomine o assunzioni coerenti con i target di popolazione del Modello, sono state realizzate sessioni formative dedicate alla conoscenza e approfondimento dei contenuti del Modello e allo sviluppo delle competenze relative alla gestione dei collaboratori e di un team.

Le convenzioni con le Università

Il Gruppo Hera ha in essere da diversi anni delle convenzioni quadro con le principali Università del territorio emiliano-romagnolo (Università di Bologna, Università di Modena e Reggio Emilia, Università di Ferrara), che prevedono incentivi per la formazione di laureandi e neolaureati, attraverso l’assegnazione di borse di studio della durata di 6 mesi.
Il Gruppo ha inoltre delle convenzioni attive con l’Università di Padova, con la Scuola Superiore di Studi universitari e di Perfezionamento Sant’Anna di Pisa e, dal 2012, con l’Università di Parma e con l’Università Federico II di Napoli.
Nel 2011 inoltre è stata stipulata la convenzione per la collaborazione scientifica con l’Università degli Studi di Milano - Bicocca e il CRISP (Centro di ricerca interuniversitario per i servizi di pubblica utilità) finalizzata a supportare lo sviluppo e la realizzazione delle attività previste nell’ambito della Corporate University del Gruppo.

 
Stage
%201020112012
Persone in stage nell’anno82166118
   di cui minori di 18 anni552138
Persone assunte a seguito dello stage91313

Sono state 118 le persone che hanno svolto uno stage in Hera nel 2012. Di queste, 13 sono state assunte.