logo di stampa italiano
 
Sei in: Dialogo con gli stakeholder » Il dialogo sul Bilancio di Sostenibilità

Il dialogo sul Bilancio di Sostenibilità

L’11 maggio 2012, a Bologna, Hera ha presentato pubblicamente il Bilancio di Sostenibilità 2011: ospite di eccezione il premio Nobel per l’economia prof. Amartya Sen che ha aperto i lavori con un intervento sul tema dell’importanza di integrare crescita economica, giustizia sociale e sostenibilità ambientale, seguito da un’intervista condotta dal prof. Luca Lambertini dell’Università di Bologna. Dopo l’intervento del premio Nobel si sono esposti i principali elementi del Bilancio di Sostenibilità 2011. La discussione è proseguita con una tavola rotonda alla quale hanno partecipato rappresentanti degli stakeholder del Gruppo: Patrizio Bianchi, Assessore al Lavoro e alla Formazione della Regione Emilia-Romagna, Daniele Vacchi, Special Projects Director di IMA S.p.A., Silvia Giannini, Assessore al Bilancio del Comune di Bologna e Giuliano Poletti, Presidente di Legacoop Nazionale. Al convegno hanno partecipato circa 500 persone.
L’attività di presentazione è proseguita in incontri pubblici con i principali interlocutori locali. Si è iniziato il 25 maggio a Forlì, per proseguire a Ravenna, Rimini, Imola e Ferrara (la presentazione prevista a Modena è stata annullata a causa del terremoto). Gli incontri si sono aperti con presentazioni delle viste locali del Bilancio di Sostenibilità, cui hanno fatto seguito tavole rotonde, coordinate da Patrizio Roversi, con rappresentanti degli stakeholder, per un totale di 26 interventi. Sono così intervenuti per dare la loro opinione sull’approccio alla sostenibilità di Hera e per esporre le loro esigenze e aspettative, rappresentanti di aziende clienti o di associazioni di aziende, sindaci, rappresentanti di aziende fornitrici, rappresentati della amministrazioni regionali e provinciali, sindacalisti e un rappresentante del mondo della ricerca.
Alcuni dei temi affrontati si sono tradotti in sollecitazione per l’avvio o l’estensione di nuove iniziative del Gruppo tra le quali spicca il miglioramento dei rapporti con il cliente, in particolare in merito al tema della chiarezza delle bollette e la comprensione delle voci tariffarie; l’importanza del rapporto con il territorio sia per l’indotto creato che per l’impatto dei servizi sull’economia locale; il contributo che la cooperazione sociale può fornire alla comunità locale per i vantaggi economici generati dagli inserimenti sociali.
Oltre 1.000 i partecipanti complessivi agli incontri durante i quali l’intervento di chiusura è stato sempre affidato all’Amministratore Delegato di Hera S.p.A. Maurizio Chiarini, che ha evidenziato come questi incontri realizzano due degli elementi distintivi del Gruppo Hera: il radicamento nel territorio e la disponibilità al dialogo e al confronto con gli stakeholder.