logo di stampa italiano
 
Sei in: Chi siamo » La gestione della sostenibilità » La strategia aziendale

La strategia aziendale

La strategia del Gruppo Hera pone le sue basi nella missione aziendale e conferma la volontà di garantire un modello di impresa innovativo basato su un approccio multi business, con un forte radicamento territoriale e che pone la sostenibilità come elemento caratterizzante delle scelte aziendali e delle linee di sviluppo.
Il Piano Industriale del Gruppo Hera, definito per gli anni 2012-2016, si sviluppa perseguendo il percorso intrapreso dal Gruppo fin dalla sua costituzione, seguendo linee di crescita organiche e sviluppi per linee esterne.
In particolare il Piano Industriale indirizza l’attuale difficile contesto economico, normativo e competitivo con una serie di azioni strategiche che fanno leva sui punti di forza del Gruppo, quali le competenze maturate e la solidità economico- finanziaria, con l’obiettivo di anticipare le dinamiche future dei settori in cui opera.
Le principali linee guida sviluppate nel Piano Industriale sono:

  • il perseguimento dell’attività di estrazione di valore dal patrimonio di asset gestiti dal Gruppo, focalizzandosi sull’efficienza operativa e sul miglioramento continuo dei livelli di servizio erogati;
  • il consolidamento del portafoglio servizi, con l’obiettivo di mantenere un mix di servizi che garantisca al tempo stesso crescita e profittabilità, implementando un approccio sempre più “mirato” ai clienti finali;
  • lo sviluppo delle reti secondo un approccio “smart area/smart city” con l’obiettivo di garantire adattività dei servizi erogati rispetto ai fabbisogni del territorio;
  • la progressiva rivisitazione del mix impiantistico per lo smaltimento dei rifiuti, con un percorso di continuo incremento dell’incidenza degli impianti dedicati al recupero e al riciclo dei materiali;
  • lo sviluppo di iniziative sulle fonti rinnovabili;
  • la valorizzazione delle opzioni di crescita organica e tramite acquisizioni esterne.

Le priorità strategiche del Piano Industriale sono state definite avendo come importante elemento di riferimento la sostenibilità in tutti i suoi aspetti (sociale, ambientale ed economica), attraverso:

  • l’investimento continuo sulla formazione dei lavoratori, sulla sicurezza sul luogo di lavoro e sul clima interno;
  • la riduzione delle emissioni di CO2 degli impianti del Gruppo;
  • la riduzione delle perdite idriche e la messa in sicurezza degli approvvigionamenti idrici;
  • il mantenimento di standard di qualità e sicurezza a livelli superiori a quelli previsti dal regolatore e il consolidamento dei livelli qualitativi delle strutture di contatto con il cliente;
  • il mantenimento delle caratteristiche e del radicamento territoriale che hanno caratterizzato il percorso di sviluppo del Gruppo sin dalla sua costituzione;
  • l’innalzamento degli obiettivi di raccolta differenziata su tutto il territorio di riferimento e l’ottimizzazione della gestione degli impianti dedicati allo smaltimento dei rifiuti;
  • il consolidamento della redditività e dell’equilibrio economico-finanzario del Gruppo, incrementando il valore aggiunto distribuito sul territorio.

La strategia delineata dal Piano Industriale proietta ancora una volta un percorso di crescita su tutti gli assi operativi ed economici. In particolare, le proiezioni al 2016 indicano oltre 2,5 milioni di clienti serviti energy, con 4,5 miliardi di metri cubi di gas e 10,6 TWh di energia elettrica venduti, oltre 90 impianti dedicati allo smaltimento e al recupero (energetico e di materia) dei rifiuti e circa 90.000 chilometri di reti gestite.